Ultimi articoli
Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

corriere romagna Tag

16 Dic Cesena, Quartiere Fiorenzuola

quartiere-fiorenzuola-cesenaCon quasi 11.000 abitanti su di un territorio di poco più di 5 chilometri quadrati, il Fiorenzuola è uno dei quartieri più densamente popolati del Comune di Cesena. Ad oggi i residenti del Fiorenzuola rappresentano circa l’11% dell’intera popolazione cesenate. Traffico, carenza di aree verdi e messa in sicurezza del sistema idrico e fognario sono i punti principali su cui il consiglio di quartiere, presieduto da Davide Tappi, intende catalizzare l’attenzione dell’amministrazione Lucchi.
Read More

24 Nov Momenti d’Ascolto

SAVIGNANO – Erano più di cento le persone che martedì scorso, nell’elegante cornice della locanda  Antiche Macine di Montalbano, hanno assistito alla serata di presentazione del progetto “Momenti d’Ascolto” ideato e coordinato dal medico  Gabriele Muratori, la mediatrice familiare Vanna Brocculi e l’avvocato Jusi Andriuolo. L’iniziativa prevede la costituzione di uno sportello d’ascolto che sarà operativo dal prossimo lunedì 28 Novembre al quale potranno rivolgersi tutti i cittadini del territorio del Rubicone che ne sentiranno l’esigenza. Sì, perché “Momenti d’Ascolto” è un’iniziativa solidale indirizzata ad un pubblico
Read More

24 Nov Momenti d'Ascolto

SAVIGNANO – Erano più di cento le persone che martedì scorso, nell’elegante cornice della locanda  Antiche Macine di Montalbano, hanno assistito alla serata di presentazione del progetto “Momenti d’Ascolto” ideato e coordinato dal medico  Gabriele Muratori, la mediatrice familiare Vanna Brocculi e l’avvocato Jusi Andriuolo. L’iniziativa prevede la costituzione di uno sportello d’ascolto che sarà operativo dal prossimo lunedì 28 Novembre al quale potranno rivolgersi tutti i cittadini del territorio del Rubicone che ne sentiranno l’esigenza. Sì, perché “Momenti d’Ascolto” è un’iniziativa solidale indirizzata ad un pubblico
Read More

07 Giu Zani replica alla Celletti

ReplicaLONGIANO – Sono di ieri le dichiarazioni dell’esponete della Lega Nord cesenate Antonella Celletti che definisce Zani come un “non eroe” e una persona che “ha partecipato all'azione degli islamisti turchi senza la consapevolezza di essere strumentalizzato per un fine tutt'altro che pacifico”. La risposta di Manuel Zani, direttamente attaccato dall’esponente leghista, non si è fatta attendere. “Io non sono certo una figura eroica, né ho cercato di esserlo, al pari di nessun’altro fra i membri dell’equipaggio della flottilla. Se mai i veri eroi sono gli abitanti di Gaza che quotidianamente, da anni ormai, vivono una situazione veramente disastrosa. E non parlo certo di Hamas, ma dei civili palestinesi, degli uomini, delle donne e dei bambini che non hanno accesso a cure sanitarie, ai beni di prima necessità. Mi sono imbarcato come documentarista per svolgere un lavoro. Vorrei capire su quale basi la signora Celletti si arroga il diritto di sostenere che io sia un mistificatore o che mi sia fatto più o meno strumentalizzare ‘dagli islamisti’, come li definisce
Read More

07 Giu INTERVISTA A MANUEL ZANI – Longiano Freedom Flotilla, Epilogo

LONGIANO – Manuel Zani è finalmente a casa. Dopo la gigantesca “avventura” che lo ha visto fra i protagonisti della missione umanitaria Freedom Flotilla e del blitz militare al largo delle coste di Gaza da parte dell’esercito israeliano. E’ rientrato nella notte di ieri, anche per schivare giornalisti e curiosi, dopo gli accertamenti di Roma ed un breve intervento a Bologna, in occasione di una proiezione alla cineteca del video realizzato dall’amico Manolo Luppichini sulla situazione del popolo palestinese nella striscia di Gaza, durante il Festival sociale delle Culture Antifasciste. Abbiamo incontrato Manuel ieri mattina a Longiano, per una veloce intervista: Come è nata la decisione di unirti alla missione Freedom Flotilla? Manolo Luppichini – documentarista indipendente romano - mi ha chiamato a ridosso della partenza e mi ha chiesto se mi interessava lavorare assieme a lui. Siccome ci conosciamo da una decina di anni e abbiamo già fatto qualche cosa assieme, ho preso la palla al balzo e sono partito. Prima di tutto per interesse professionale e passione. Poi naturalmente è ovvio che la situazione palestinese mi interessa, ma soprattutto mi interessava vedere con i miei occhi le cose per quelle che sono.
Read More